menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dentro il cassonetto trovano un boa: era rinchiuso in una scatola

Gli agenti faunistico-ambientali hanno trovato un boa in un cassonetto di via Natale Palli, a Grugliasco. Probabilmente era stato abbandonato da qualche cittadino andato poi in vacanza

La sorpresa deve essere stata senza dubbio grande: quando gli agenti faunistico-ambientali della Provincia si sono recati in via Natale Palli, a Grugliasco, e hanno aperto il cassonetto della spazzatura, hanno trovato un grosso boa chiuso in una scatola. Erano stati avvertiti da una chiamata di un caporal maggiore degli Alpini che, camminando per strada, si era accorto di un grosso serpente chiuso in una scatola.

Gli agenti hanno dunque recuperato un grosso boa, della specie del Boa Conscrictor, lungo circa un metro e 80 centimetri, chiuso in una scatola di plastica. Si tratta di una specie sudamericana molto pericolosa, perché capace di uccidere anche grandi prede avvolgendole tra le sue spire: il suo peso può raggiungere i 30 kg e la sua lunghezza può essere anche di quattro metri.

Il suo abbandono, per giunta in una scatola di plastica, denuncia il solito malcostume di abbandonare gli animali in vista delle vacanze estive. Gli abbandoni non riguardano solo più gatti e cani, ma anche animali esotici che sono acquistati senza una valutazione preventiva delle loro esigenze. Il Boa Constrictor ritrovato in via Palli verrà affidato alle cure del Centro Animali non Convenzonali della Facoltà di Medicina Veterinaria dell’Università di Torino, con sede a Grugliasco.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento