Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Trovati morti gli alpinisti dispersi sul Becca: i corpi in un torrente

Sono stati trovati morti i due alpinisti biellesi dispersi da domenica sul versante torinese del Gran Paradiso. Il soccorso alpino ha individuato i loro cadaveri in un torrente

Sono finite nel peggiore dei modi le ricerche dei due alpinisti dispersi da domenica sul versante torinese del Gran Paradiso. I corpi di Walter Corniati, 61 anni, e Maria Teresa Pieri, 57 anni, giacevano senza vita in un torrente dove, secondo una prima ricostruzione, sarebbero precipitati dopo essere sprofondati sulla neve.

Le ricerche erano iniziate domenica pomeriggio dopo che un loro compagno aveva dato l'allarme. Erano partiti la mattina dal rifugio Pontese, nel Vallone di Piantonetto, a quota 2.200 metri, per raggiungere insieme a un altro amico la vetta del Becca di Gay. A metà salita avevano però deciso di rinunciare e di fare rientro alla base. L'amico aveva proseguito l'escursione con un'altra comitiva e, al rientro al rifugio, non li aveva visti.

Le ricerche del soccorso alpino sono state rese difficili dal maltempo e dalla fitta nebbia. Proprio quest'ultima potrebbe essere stata la causa dell'incidente. E' probabile che i due escursionisti, esperti e bene attrezzati, abbiano perso l'orientamento e siano finiti in un 'buco di neve', che li ha fatti precipitare per diversi metri.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trovati morti gli alpinisti dispersi sul Becca: i corpi in un torrente

TorinoToday è in caricamento