Cronaca Nizza Millefonti / Via Nizza

Più di tre anni per la metro fino a Bengasi, i grillini non ci stanno

Il Movimento 5 Stelle porta alla luce il problema dei commercianti della zona Lingotto e della viabilità in quell'area. Intanto è stato firmato il contratto: il nuovo tratto sarà aperto il 15 novembre 2017

Il cantiere della metro in piazza Bengasi

Ad inizio luglio vi avevamo detto che sarebbero ripresi i lavori per il tratto della metropolitana fino a piazza Bengasi. Dall'aprile di un anno e mezzo fa il cantiere è fermo e la situazione di disagio sia del traffico, sia dei commercianti, sempre più schiacciati dalla crisi e dai cantieri, è in continuo peggioramento. Era stato annunciato che in tre anni l'opera sarebbe stata realizzata, con alcuni step intermedi che avrebbe ridato luce ad un tunnel fino ad oggi infinito.

I tre anni potrebbero non bastare, anzi, alla firma del contratto tra InfraTo e il Consorzio Cooperative Costruzioni, la ditta incaricata di proseguire i lavori per il prolungamento della linea 1, si fa riferimento al 15 novembre 2017 come data in cui il cantiere dovrebbe essere chiuso. Sperando che i lavori non subiscano ritardi.

"La notizia - commentano i consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle Bertola, Valetti e Bono -, già negativa di per sé, assume contorni assai preoccupanti se consideriamo le altre criticità di zona Lingotto. Il prolungarsi dei lavori sta mettendo in ginocchio i commercianti di via Nizza e di piazza Bengasi, ai quali non bastano più le rassicurazioni e le promesse di sgravi fiscali. Non meno critica è la questione legata alla viabilità. Se, infatti, la costruzione del grattacielo della Regione verrà ultimata nei tempi previsti (estate 2015), ad inizio 2016 gli uffici della Regione si trasferiranno presso la nuova sede; allo stesso tempo il tratto di via Nizza chiuso al traffico per i lavori della metropolitana non riaprirà prima della primavera dello stesso anno".

La preoccupazione dei grillini si unisce a quella dei commercianti che da tempo chiedono interventi rapidi per non affondare nella crisi. Il timore è anche quello che la viabilità della zona interessata collassi a causa dei diversi lavori che si svolgeranno in contemporanea. A questi potrebbero aggiungersi anche quelli della Galleria Commerciale del Palazzo del Lavoro.

Il prossimo step del tratto per la metropolitana sarà quello di dare il lavoro in mano alle società appaltatrici che verrà fatto entro inizio settembre. Tra meno di un anno dovrebbe arrivare la talpa per l'inizio degli scavi verso Lingotto. C'è da fare un tunnel di quasi due chilometri e verranno utilizzati fino a 300 operai.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Più di tre anni per la metro fino a Bengasi, i grillini non ci stanno

TorinoToday è in caricamento