Cronaca

Trasportano cocaina dal Perù a loro insaputa, la Cassazione li assolve

Due peruviani di 42 anni il 16 febbraio 2012 furono arrestati dalla guardia di finanza all'aeroporto di Caselle

In viaggio dal Perù a Torino con 14 chili di cocaina in valigia, ma "a loro insaputa". Per questo motivo la Corte d'appello di Torino ha assolto, "perché il fatto non costituisce reato in quanto manca l'elemento soggettivo, ossia la consapevolezza di averlo commesso", una coppia di conviventi peruviani di 42 anni che il 16 febbraio 2012 furono arrestati dalla guardia di finanza all'aeroporto di Caselle.

Il verdetto è arrivato soltanto dopo un iter complesso. I due furono assolti in primo grado per la stessa ragione nel maggio 2013. In appello, però, furono condannati a due anni di reclusione. La Corte di Cassazione, tuttavia, annullò con rinvio quest'ultimo verdetto sostenendo che non era sufficiente trasportare una valigia chiusa, affidata loro da conoscenti, per avere consapevolezza del suo contenuto. Nei giorni scorsi la nuova sentenza di assoluzione in appello.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasportano cocaina dal Perù a loro insaputa, la Cassazione li assolve

TorinoToday è in caricamento