Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca

Trasfusione non voluta a testimone di Geova, denunciati due medici

Due medici del Maria Vittoria hanno sottoposto un paziente a trasfusione. Questo li ha denunciati e ora rischiano il processo. Secondo i consulenti la trasfusione era vitale

Due medici dell'ospedale Maria Vittoria rischiano di andare a processo per una trasfusione salvavita effettuata nel 2006. A denunciarli è stato il paziente, testimone di Geova, sottoposto alla trasfusione di sangue. Il caso è arrivato stamattina davanti al gup Luisa Ferracane che si è riservato la decisione dopo che il pm Andrea Padalino ha chiesto l'archiviazione e i legali dell'uomo hanno presentato opposizione.

Nel 2006 l'uomo rimase vittima di un incidente sul lavoro riportando lo schiacciamento della mano destra, che dovette essere amputata. Si rese necessaria la trasfusione di sangue e i medici, prima di intervenire, chiesero l'autorizzazione al magistrato. Non sono però d'accordo i legali del paziente, secondo cui la trasfusione venne fatta forzatamente dopo 17 rifiuti del loro assistito.


Il pubblico ministero ha richiesto una consulenza, il cui esito ha confermato che la trasfusione era stata necessaria per salvare la vita del paziente. Ciononostante i due medici ora rischiano di andare a giudizio per lesioni colpose, violenza privata e somministrazione di trattamento sanitario non voluto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasfusione non voluta a testimone di Geova, denunciati due medici

TorinoToday è in caricamento