menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Corso Marche, una variante per riavviare la trasformazione urbanistica

Il consiglio comunale ha approvato la variante al Piano Regolatore che concerne la zona urbana di trasformazione denominata “quartiere Dora”

Il Consiglio comunale ha approvato con 19 voti favorevoli e 5 astensioni la variante parziale n. 283 al Piano Regolatore che concerne la zona urbana di trasformazione (Zut) denominata “quartiere Dora”.
Il provvedimento, che interviene su una precedente variante parziale del 2009 che istituiva la Zut., modifica i precedenti parametri funzionali portando le previste edificazioni destinate a residenza libera da un massimo del 30% al 45%, e lasciando invariate le previsioni relative alle residenze convenzionate. 

L’iniziativa è motivata dalla necessità di rimettere in moto le trasformazioni dell’area, che dopo la costruzione del supermercato “Gigante”, lungo l’asse di corso Marche, segnano il passo. “Le condizioni di mercato attuali – ha detto l’assessore all’Urbanistica, Stefano Lo Russo – nell’illustrare l’atto, non rendono possibili le condizioni di sviluppo dell’area previste all’atto dell’approvazione dela variante del 2009”.

“Comprendo le ragioni del provvedimento- spiega Vittorio Bertola, Movimento 5 stelle - che però concerne la cementificazione di uno degli ultimi gerbidi della città, ora in stato di abbandono, dato che di questa trasformazione è stata realizzata solo la parte commerciale. Il rischio però è di stabilire un principio-scappatoia con cui si realizzano solo lei parti commerciali, più redditizie delle grandi trasformazioni, per questo non potrò votare a favore del provvedimento”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento