menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Suk: mercato "in prova" in via Monteverdi, ma incalza la polemica

A settembre scade la concessione con l'ex scalo Vanchiglia. Ieri il sì della Giunta per il trasferimento del suk in via Monteverdi

Saranno sei mesi di "prova" quelli del suk, trasferito dall'ex scalo Vanchiglia in via Monteverdi. Una delibera approvata ieri in Giunta comunale che fissa come area idonea a ospitare il mercato multietnico più discusso della città quella di via Monteverdi, tra corso Regio Parco e via Bologna. Una sistemazione che dovrebbe partire dal prossimo ottobre - a fine settembre scade, infatti, la concessione con l'ex scalo Vanchiglia - e durare il tempo necessario affinchè l'amministrazione trovi una soluzione alternativa.

In barba alla variante 200 stilata dall'assessore Lo Russo e che prevede numerosi interventi urbani al fine di recuperare e valorizzare l'area, secondo Palazzo Civico, via Monteverdi ben si appresta ad accogliere quello che i residenti chiamano da tempo "mercato dell'illegalità". Sì, perchè al suk c'è un po' di tutto, compresa la merce rubata: un'area commerciale dove, secondo i cittadini, dilaga la ricettazione e l'abusivismo. "Mi domando perchè l'andirivieni del suk interessi sempre Barriera di Milano, un quartiere già in ginocchio a causa della microcriminalità e del degrado - afferma Fabrizio Genco, consigliere della Circoscrizione VI e membro della Lista Civica Sicurezza Legalità Torino Nord -. Via Monteverdi non è idonea a ospitare il mercato. Abbiamo fatto tanto per quest'area: ora corriamo il rischio che vengano vanificati tutti i nostri interventi".

La zona che ospiterà il mercato del libero scambio è priva di recinzione, ospita il capolinea della linea 2 e la domenica i campi di via Regaldi pullulano di sportivi. Senza contare i problemi legati al pattume, lasciato alla mercè di studenti e lavoratori. "Il problema maggiore è l'assenza di controllo - continua Genco - soprattutto da parte delle forze dell'ordine. Anche all'ex scalo Vanchiglia la situazione è al limite della vergogna". A fine mese scade la conessione con l'ex scalo Vanchiglia e il mercato del libero scambio si trasferirà "temporaneamente" in via Monteverdi anche se molti temono che dalla temporaneità si passi presto a una situazione permanente.

"Oltre all’ennesimo no incassato dalla sesta Circoscrizione e dai residenti si è scelta un’area dove sarà impossibile controllare chi e cosa viene venduto - afferma Fabrizio Ricca, capogruppo della Lega Nord al Consiglio comunale -. Ci era stato assicurato che lo spostamento sarebbe stato fatto in una zona in grado di accogliere il mercato che dovrebbe essere di libero scambio ma che più volte si è dimostrato di ricettazione, ma così non è stato. Scenderemo in piazza insieme a tutti i residenti e quei cittadini ormai stufi di vedere Barriera di Milano usata come cuscinetto per risolvere l’incapacità politica degli assessori".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento