Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca

Bonifica dell'area Ogm per organizzarvi il suk, Magliano: "Pavimentare non basta"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

È verosimile che scarti pericolosi o tossici, residuo della passata attività industriale delle Officine Grandi Motori, siano ancora presenti nell’area in cui si vuole ospitare il cosiddetto “mercato del libero scambio”: se così fosse, la semplice pavimentazione della superficie sarebbe una soluzione quantomeno inadeguata al problema. Il Comune ha due scelte: procedere a verifiche minuziose ed eventualmente a una bonifica di tutta la zona.

Di fronte alla possibilità, più che concreta, che l’area delle Officine Grandi Motori sia ancora in qualche modo inquinata dai residui, pericolosi o tossici, della passata attività industriale delle stesse Ogm, il Comune ritiene sufficiente la soluzione-tampone di una nuova pavimentazione in cemento dell’area su cui sarà organizzato il “mercato del libero scambio”.

Se invece il Comune stesso ha dei dubbi sulla salubrità di questa zona, è evidente che la sola e semplice nuova pavimentazione è una misura inadeguata a garantire l’incolumità dei fruitori del mercato. Dovrebbe quindi provvedere ad accertamenti e verifiche accurate e scientifiche ed, eventualmente, a una bonifica radicale e minuziosa di tutta l’area.

Tutto questo, ovviamente, prima che sia ufficialmente inaugurata la nuova sede: in questo periodo di grande impegno per Polizia Municipale e Forze dell’Ordine in seguito all’Ostensione della Sindone, che evidentemente sconsiglia la contemporanea apertura del Suk, si potrebbe cogliere l’occasione per fugare ogni dubbio sulle problematiche di inquinamento ambientale del sito.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bonifica dell'area Ogm per organizzarvi il suk, Magliano: "Pavimentare non basta"

TorinoToday è in caricamento