Mille persone in marcia per i diritti delle persone transessuali

In ricordo delle vittime della transfobia

Circa mille persone hanno sfilato pacificamente sabato pomeriggio 18 novembre, a Torino da piazza Vittorio Veneto a piazza Castello, nella Trans Freedom March. Una marcia per i diritti delle persone tra sessuali e, più in generale, contro ogni tipo di discriminazione. La sfilata, organizzata dal Coordinamento Torino Pride, si è svolta accompagnata dalle note della banda musicale Bandaradan e molte delle persone che passeggiavano hanno applaudito al passaggio del corteo.

Sul palco allestito in piazza Castello sono stati letti i nomi delle vittime di transfobia morte nell’ultimo anno e si sono esibiti il coro Free Voices Gospel Choir e il pianista Alberto Cipolla, noto anche per aver arrangiato e prodotto musiche per programmi tv nazionali e colonne sonore di molti film e documentari. A far parte dell'evento, sempre in piazza Castello, sotto i portici del Palazzo della Giunta della Regione Piemonte, sino al 24 novembre, la mostra "Tra le Nuvole - Elovun el Art": progetto fotografico di Paola Arpone e Georgia Garofalo contro la transfobia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fra le molte personalità presenti alla marcia, il presidente del Consiglio Regionale Mauro Laus, gli assessori alle pari opportunità della Regione Piemonte e della Città di Torino Monica Cerutti e Marco Giusta e il presidente e fondatore del Lovers Film Festival (già Torino Gay & Lesbian Film Festival) Giovanni Minerba. Non ha potuto invece essere presente la sindaca Chiara Appendino: " La Citta di Torino, in questo giorno di solidarietà e ricordo - scrive sul suo profilo Facebook -, vuole affermare con forza l'importanza di continuare a parlare, esserci e a non lasciare spazi vuoti che l'odio possa riempire. Purtroppo oggi per motivi personali non ho potuto essere presente ma ci tengo a ringraziare tutti coloro che hanno partecipato e chi ogni giorno si batte contro ogni discriminazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Consultori: indirizzi e orari a Torino

  • Perde il controllo dello scooter e si schianta: morto in ospedale

  • Torino e provincia, le attività commerciali che fanno consegne a domicilio

  • Il piccolo Riccardo non ce l'ha fatta: è morto 36 giorni dopo il terribile incidente in casa

  • "Intesa Sanpaolo è nuda", gli Extinction Rebellion si spogliano davanti al grattacielo

  • Perde il controllo dell'auto che si ribalta a lato della carreggiata: grave il conducente

Torna su
TorinoToday è in caricamento