Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca

Il glorioso "447" tornerà in servizio sui binari della linea 7 Gtt

La storica vettura anni Trenta, dopo aver solcato le strade di Trieste e Roma, è pronta a tornare in moto sui binari di Torino grazie all'Associazione torinese tram storici

Il "447" è pronto a rimettersi in moto. A seguito di un lungo restauro riprenderà a scorrere sui binari della linea 7 Gtt, Gruppo torinese trasporti, dopo aver percorso per anni le strade di Trieste, prima, e di Roma poi. 

Tornerà in vita grazie all'Associazione torinese tram storici. Appartenente alle vetture di "terza serie", ordinato dall'Acegas - società che gestisce i servizi di pubblica utilità triestini - alle officine meccaniche "La Stanga" di Padova, nella seconda metà degli anni Trenta il "447" inzia a percorre le strade triestine sfoggiando un frontale di tipo "aerodinamico", assolutamente innovativo e avveniristico per quel tempo. 

Fino ai Cinquanta, periodo post bellico durante il quale il capoluogo friulano e l'Acegas inziano a prediligere i filobus, a discapito delle rotaie. Decidendo, quindi, di vendere le vetture in eccesso. Da lì, il "447" viaggia verso Roma, in direzione dei Castelli e della loro tranvia, solcando anche le linee Termini-Cinecittà e Termini-Capannelle, andando così a servire la zona a sud-est della Capitale.

Il Piccolo, quodiano di Trieste, lo ricorda come un tram "glorioso". Le stesse vetture, invece, sono state ribattezzate dai tranvieri capitolini come "le triestine". Il 15 febbraio 1980, però, cessa la trazione tranviaria sulla Termini-Cinecittà: ultimo ramo della tranvia dei Castelli viene sopresso e il giorno seguente inizia il servizio regolare della metro A. Che, di fatto, mette un punto al periodo romano delle "triestine".

Fino al 2008, anno in cui dai depositi dell'Associazione per il museo italiano dei trasporti - che lo conservava - il tram raggiunge l'Associazione torinese tram storici, intenzionata a restaurarlo. Partenza da Roma e destinazione Torino, su ruota e a bordo di camion.

I lavori di ristrutturazione del "447" prendono avvio nel 2010, grazie a un finanziamento del ministero dell'Ambiente e a una collaborazione con Gtt. E oggi, finalmente, bianchi e verdi - come da tradizione - dopo un ricondizionamento effettuato a Salerno, il tram è rientrato a Torino ed è pronto per ritornare in servizio, dopo tante corse in giro per lo Stivale. "Attualmente si trova in un'officina di Gtt dove, in attesa degli ultimissimi interventi, attende l’omologazione" spiegano dall'Associazione torinese tram storici.

In attesa dei collaudi e di riprendere la sua marcia, verosimilmente a fine novembre - garantiscono dall'Atts - da piazza Castello e ritorno, passando per il centro della città. Dopo oltre trent'anni, su una nuova strada, ricondizionato e con il vestito buono.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il glorioso "447" tornerà in servizio sui binari della linea 7 Gtt

TorinoToday è in caricamento