Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca San Donato / Via Luigi Cibrario

Cinema Statuto, trent'anni fa la tragedia: 64 le vittime in via Cibrario

Oggi, 13 febbraio 2013, ricorre il trentesimo anniversario della tragedia del cinema Statuto. In via Cibrario si contarono 64 vittime, la più piccola di 7 anni e la più anziana di 55 anni

Oggi, 13 febbraio 2013, ricorre il trentesimo anniversario della tragedia del cinema Statuto. Quella notte di trent'anni fa in via Cibrario, al civico 16, per tanta gente doveva essere una serata di svago, ma invece il destino ha trasformato in tragedia.

Il 13 febbraio 1983 al cinema Statuto di Torino veniva proiettato per la tredicesima settimana il film "La Capra", con Gerard Depardieu. Tra la platea e la galleria erano presenti circa 100 persone. Poco prima delle ore 18, all’improvviso, un corto circuito incendia una tenda che cadendo appicca il fuoco alle poltrone dell’ultima fila, sbarrando una delle uscite principali.

Capito cosa stava succedendo in platea comincia il fuggi fuggi generale verso le uscite di sicurezza, le quali però erano tutte chiuse tranne una. Qualche spettatore riesce a raggiungere l’atrio della biglietteria, avvertendo il proprietario di quello che sta succedendo dentro la sala, ma questi cerca di minimizzare l’accaduto per evitare che si crei il panico, quindi per questo motivo non vengono accese le luci in sala.

Gli spettatori seduti in galleria non si accorgono dell’incendio fino a quando non vengono raggiunti dal fumo. Anche qui scatta il panico, ma in galleria la tragedia assume risvolti molto più pesanti che in platea, in quanto nessuno degli spettatoti riesce a raggiungere le uscite di sicurezza.

Alla fine si contano 64 vittime, la più piccola di 7 anni e la più anziana di 55 anni. Il proprietario del cinema è stato condannato in primo grado a 8 anni e in secondo grado a 2 anni e al risarcimento dei parenti delle vittime.

Il 17 febbraio 1983 nel Duomo di Torino si sono celebrati i funerali di Stato, alla presenza del  Presidente della Repubblica di allora Sandro Pertini e di tutta la città commossa e stordita per la grande tragedia che si è consumata.

Dopo la tragedia del cinema Statuto è stata varata una legge sulla sicurezza nei luoghi pubblici. La Gazzetta Ufficiale n°214 del 12 settembre 1996 specifica che i locali destinati all’intrattenimento al pubblico devono sempre garantire l’accesso ai mezzi di soccorso e ai vigili del fuoco. Per i complessi multisala vengono inoltre richiesti più locali per le vie di fuga, separati e assolutamente resistenti al fuoco minimo REI 90.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinema Statuto, trent'anni fa la tragedia: 64 le vittime in via Cibrario

TorinoToday è in caricamento