Tossicodipendente esagitato in casa: prima aggredisce il fratello, poi i carabinieri

Era in crisi di astinenza

immagine di repertorio

Notte movimentata in un palazzo di La Loggia quella di ieri, mercoledì 1 luglio 2020, a causa di un tossicodipendente italiano 34enne che ha dato in escandescenze in casa a causa di una crisi di astinenza.

Con lui si trovava il fratello, che ha cercato di contenerlo ma che è, non riuscendo a farlo, è stato costretto a chiamare il 112. Quando sul posto è arrivata una pattuglia dei carabinieri, lui si è scagliato anche contro di loro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alla fine i militari hanno bloccato l'uomo, ma entrambi i componenti della pattuglia hanno riportato ferite guaribili in otto giorni. Per l'esagitato è scattato l'arresto con l'accusa di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autoparco comunale, Palazzo Civico vende 127 veicoli mediante asta pubblica: l’elenco 

  • Terribile tragedia nella notte: uccide il figlio di 11 anni a colpi di pistola e poi si spara

  • Apre il nuovo centro commerciale: previsti un centinaio di posti di lavoro

  • Omicidio-suicidio: uccide la moglie che si stava separando da lui e poi se stesso

  • Prodotti tipici, feste di via e festival: cosa fare a Torino sabato 26 e domenica 27 settembre

  • Elezioni comunali 2020 a Moncalieri: Montagna trionfa al primo turno

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento