Giovedì, 16 Settembre 2021
Cronaca San Donato / Via Pianezza, 1

Via Pianezza in mano ai tossici. Lungo le sponde della Dora lo scenario dell'orrore

Il passaggio sotto la ex fabbrica Paracchi si rivela essere il luogo preferito dai tossici. Dcine di fazzoletti sporchi e siringhe gettati anche sulle sponde della Dora.

SAN DONATO - Decine e decine di siringhe e fazzoletti sporchi di sangue: lo scenario dell’orrore si trova in via Pianezza, specialmente nella pista ciclopedonale che costeggia la Dora e congiunge corso Potenza a corso Svizzera.

Una cosa è certa: i tossici continuano ad essere i padroni di via tutta l’area ex Paracchi. E, se è vero che i prati sembrano essere stati puliti da poco, negli angoli più remoti si trovano comunque decine e decine di siringhe, abbandonate con noncuranza da chi sfrutta questo luogo nascosto per drogarsi nella più assoluta tranquillità. Nel passaggio sotto l’ex struttura della fabbrica Paracchi, lo spettacolo è di quelli più desolanti: decine di fazzoletti sporchi di sangue, liquami e preservativi, segno inequivocabile che la galleria resta una delle mete preferite di chi cerca un po’ di tranquillità per appartarsi, al lontano da sguardi indiscreti.

E di tranquillità ce n’è quanta se ne desidera, a giudicare dall’andirivieni di tossici che hanno fatto di questo andito sulla Dora il loro rifugio preferito. Il peggio però lo rivelano le sponde del fiume, letteralmente invase da decine di siringhe gettate da chi ha appena smesso di bucarsi; un pericolo anche per l’ambiente: in caso di esondazioni del fiume, questo pericoloso tipo di rifiuti può essere trasportato dalla corrente.

“Il problema cronico di questo luogo – commenta Maurizio Maffei, consigliere della Lega Nord in Circoscrizione Quattro – è quello che nelle vicinaze c’è il Sert dell’Amedeo di Savoia; tutto ciò ha portato e porta ancora dei seri disagi alla vicinanza. L’area isolata, la presenza di fabbriche abbandonate e il via vai dei tossici non invita certamente a fare passeggiate ed a uscire di casa: tutto ciò aumenta la presenza di personaggi di dubbia fama in questo luogo, che ormai è terra di tossici e spacciatori. Solo rendendo viva l’area, magari con una maggiore illuminazione e un sistema di video-sorveglianza si potrebbe rendere meno pericolosa la zona. La Lega è pronta a scendere in campo, magari con dei presidi, per rendere più sicuro il quartiere”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Pianezza in mano ai tossici. Lungo le sponde della Dora lo scenario dell'orrore

TorinoToday è in caricamento