Cronaca

"Torinopoli", il Monopoly alla torinese che potrebbe diventare il fenomeno del Natale 2016

Cavour e Macario sulle banconote, la spesa a Porta Palazzo, i toret e il derby: ecco tutti i simboli torinesi nella versione locale del Monopoly

Il tabellone di Torinopoli

Corso Fiume e via Villa della Regina al posto di Parco della Vittoria e Viale dei Giardini; via Artom e via delle Mille Lire al posto di vicolo corto e vicolo stretto. Imprevisti e probabilità sostituiti da “A's sa mai” e “Lu savia nen”; il carcere alle Vallette, la Centrale del Latte, Porta Nuova e Porta Susa, e la partenza segnata non dal classico “Via!” ma da un molto più intimo “'Nduma!”.

Si chiama Torinopoli la versione locale della nostra città ispirata al più celebre gioco da tavolo di sempre. La scorsa primavera Torino si era aggiudicata il sesto posto in classifica per la prossima edizione del Monopoly dedicato alle città d'Italia, ma ora ne arriva una totalmente di casa nostra.

Torinopoli non ha la “y” finale che è stata aggiunta solo pochi anni fa in Italia, a causa del fatto che pronunciavamo in maniera errata il nome nella nostra lingua: monopoly in inglese significa monopolio, al plurale monopòli e non monòpoli come la cittadina pugliese, e allora dopo tanti anni la soluzione è stata adottare il nome (e la pronuncia) originale.

Comunque lo vogliate pronunciare, Torinopoli potrebbe diventare il fenomeno del Natale 2016 nella nostra città, qualora la produzione prendesse forma in tempo. Al momento, oltre alla pagina Facebook e a qualche sponsorizzazione locale – come quella delle Pastiglie Leone – la speranza di vedere Torinopoli sulle nostre tavole durante le prossime vacanze è legata a una raccolta fondi online, o per dirla in maniera moderna il “crowdfunding” su produzionidalbasso.com.

Ecco qualche immagine dalla pagina Facebook per invogliare i fan!

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Torinopoli", il Monopoly alla torinese che potrebbe diventare il fenomeno del Natale 2016

TorinoToday è in caricamento