menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Torino tra le 52 città da visitare nel 2016, lo dice il New York Times

Il celebre quotidiano statunitense consiglia ai suoi lettori il capoluogo piemontese, premiato per la riqualificazione urbana, la cultura e gli eventi proposti. Menzionate anche le Langhe, patrimonio dell'umanità

Tra i 52 luoghi che il New York Times consiglia di visitare nel 2016 c'è un'unica meta italiana: Torino. La città della Mole è al trentunesimo posto in classifica, premiata per "la riqualificazione urbana della vecchia capitale italiana dell'industria".

Il quotidiano americano inizia citando l'Egizio, che è considerato il più importante museo egizio al mondo dopo l'omologo del Cairo, e aggiunge però che "non è certo l'unica attrazione di Torino". Il giornale prosegue infatti soffermandosi sui Docks Dora, un vecchio complesso di magazzini e depositi ferroviari riconvertito in area creativa, che oggi ospita gallerie d'arte, atelier e festival musicali come i TOdays.

Proprio i festival, musicali e artistici, sono il vanto della città e l'articolo cita buona parte di quelli più importanti (anche se dimentica le manifestazioni più celebri e amate: il Salone del Libro e il Torino Film Festival): Artissima, Paratissima, le Luci d'Artista, il Club To Club e ancora Movement, il Kappa Futur Festival, Torino Jazz e il Salone del Gusto di Slow Food. Parla di Porta Palazzo definendolo "il più grande mercato all'aperto d'Europa", raccomanda una visita al Museo Ettore Fico e a Camera, il Centro Italiano per la Fotografia aperto lo scorso ottobre.

Il New York Times conclude la panoramica sul capoluogo piemontese consigliando una gita nelle province di Cuneo e Asti: "Torino è il luogo ideale per partire alla scoperta della terra dei vini, patrimonio mondiale dell'umanità Unesco: le Langhe, il Roero e il Monferrato".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento