Cronaca

Maltempo: arriva il gelo e torna a nevicare, ma riaprono le scuole

E' ripreso a nevicare sul Piemonte, ma presto questa lascerà spazio, nei prossimi giorni, ad un freddo da record, con temperature a meno 10 gradi. Intanto riaprono le scuole, ieri chiuse precauzionalmente

E' tornato a nevicare dopo un solo giorno di tregua. Pochi fiocchi di neve in confronto al week end appena passato, tant'è che le scuole snono stateriaperte regolarmente.

Nei prossimi giorni, nevo o non neve, il freddo arriverà di certo e sarà anche da primato. Attualmente la temperatura più bassa nel capoluogo piemontese si è registrata nel 1956, esattamente il 12 febbraio, con un -21.8 difficilmente ripetibile, ma avvicinabile dal -13 gradi previsto dall'Arpa da mercoledì in poi. La causa sarebbero gli impulsi di aria gelida provenienti dalla Russia.

Sembra quindi certo che il termometro in settimana scenderà sotto il -10,5 raggiunto nell'inverno 1985 nel capoluogo piemontese, il giorno più freddo dell'ultimo trentennio. Prima del 'grande gelo' però, nevicherà ancora: da deboli e confinate alle Alpi, nel pomeriggio si estenderanno all'Appennino, alle pianure del Cuneese e dell'Astigiano e nel Torinese. A Torino la nevicata non dovrebbe superare i 5 cm, sulla collina i 10.

Il brusco calo delle temperature - si legge nel bollettino valanghe aggiornato oggi dall'Arpa - non favorirà, infatti, il consolidamento del manto nevoso. L'ultima nevicata è stata particolarmente intensa sulle Alpi Marittime e Liguri, dove il manto fresco è di 50-70 cm. Il record a Limone Piemonte (Cuneo), con 80-90. Proprio la stazione invernale della Valle Vermenagna era stata fino a sabato la località con meno neve in quest'inverno tanto è vero che proprio da lì era partita la richiesta di calamità naturale.





Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo: arriva il gelo e torna a nevicare, ma riaprono le scuole

TorinoToday è in caricamento