Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca Crocetta / Via Paolo Sacchi

Porta Nuova, restauri a buon punto: cantieri terminati entro il 2016

Il parcheggio sarà utilizzabile da maggio mentre, dopo l'estate, il volto dell'ottocentesca stazione torinese tornerà a splendere grazie alla rimozione delle impalcature

Fassino e Gallo nell'atrio appena restaurato

Entro il 2016 i lavori di restauro della stazione di Porta Nuova saranno terminati. Lo ha assicurato oggi Paolo Gallo, amministratore delegato di Grandi Stazioni Spa a cui è stato affidato il ripristino della stazione, uno dei simboli storici della Torino ottocentesca: "Con l'avvio dei cantieri - ha spiegato Gallo - non abbiamo solo attuato una restaurazione straordinaria ma abbiamo effettuato un vero e proprio recupero storico, con l'obiettivo di riportare la stazione ai fasti del 1861".  

30mila metri quadrati di superficie sottoposta a restauro conservativo per un investimento di oltre 9 milioni di euro. La prima parte a essere terminata, per la fine di aprile, sarà quella che riguarda il parcheggio interrato di quattro piani sul lato di via Sacchi - 11mila metri quadrati di superficie - che potrà essere utilizzato entro circa un mese. "Alla fine dell'estate invece - prosegue Gallo - toglieremo le impalcature che circondano l'edificio, a cominciare da via Sacchi e da corso Vittorio".

Grazie alle indicazioni fornite all'epoca da Alessandro Mazzuchetti, il progettista di Porta Nuova, si stanno ripristinando - sotto la direzione artistica di Giovanni Brino - addirittura i colori originari. In particolare a tornare viva sarà la tinta "rosa violacea scura" che costituisce la nuance caratteristica della stazione mentre i dettagli in marmo a vista, ove non potranno essere sostituiti, verranno simulati grazie al lavoro di ottimi restauratori locali

E anche il ripristino delle coperture, iniziato nel gennaio 2013, è quasi giunto al termine. Questi lavori hanno compreso, sia il rifacimento delle strutture e dei manti di copertura più recenti, sia il restauro di quelle storiche costituite dalla caratteristiche lose denominate "bargioline". I lavori hanno interessato anche i caratteristici abbaini, già terminati per il 90% del totale. 

Oltre alle facciate, è interessante già vedere l'atrio principale di Porta Nuova, arricchito dall'illuminazione architettonica che mette in luce le particolarità spaziali e decorative dell'ambiente.

Soddisfatto di come stanno proseguendo i lavori è anche il primo cittadino di Torino, Piero Fassino: "La stazione di Porta Nuova ha per tutti i torinesi un grande valore simbolico - ha dichiarato il sindaco -: i restauri stanno andando avanti con celerità e auspico che siano terminati, secondo i programmi, entro la fine del 2016. Torino - ha concluso Fassino - è ormai una città turistica e il fatto che la stazione torni alla sua veste originaria è un valore aggiunto e un ottimo biglietto da visita per i visitatori".

 

  

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porta Nuova, restauri a buon punto: cantieri terminati entro il 2016

TorinoToday è in caricamento