Cronaca

Droga, maxi-operazione della Finanza tra Torino e Eindhoven

A Torino sono scattate le manette per Pietro T., 36 anni, gestore di una sala giochi. L'operazione nasce dal sequestri di 200 kg di hashish lo scorso novembre nei pressi del casello autostradale di Bruere

Le Fiamme Gialle di Torino e la Polizia olandese hanno sgominato untraffico internazionale di sostanze stupefacenti tra i Paesi Bassi e numerosi paesi del vecchio continente. L'operazione si è svolta all'alba di martedì nel capoluogo piemontese e in più città olandesi: Eindhoven, Waalwijk, Renswoude e Helmond. A Torino sono scattate le manette per Pietro T., 36 anni, gestore di una sala giochi. In Olanda sono stati effettuati 5 arresti e numerose perquisizioni.

La base del gruppo, secondo gli inquirenti, era ad Eindhoven. Carlo T. era  il destinatario della droga in Italia, in particolare di una partita di 200 chili di hashish sequestrati lo scorso novembre nelle vicinanze del casello autostradale di Bruere, in provincia di Torino. La peculiarità dell'organizzazione era la capacità di inviare in tutta Europa, ogni mese, enormi quantitavi di "jacket, hasish di qualità superiore rispetto a quello di origine magrebina, che è il più diffuso


La droga sequestrata dalle Fiamme Gialle a novembre era divisa in 187 panetti, nascosti in alcuni fustini di detersivo a bordo di un camion condotto da un autista olandese. il suo valore sul mercato era di almeno due milioni di euro. Quale acconto - sempre secondo le indagini della Guardia di Finanza - l'uomo aveva consegnato una borsa con 330 mila euro a due emissari dei fornitori olandesi, giunti a Torino. Dopo il sequestro, l'italiano si era più volte adoperato per ricevere altra merce, recandosi personalmente in Olan

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga, maxi-operazione della Finanza tra Torino e Eindhoven

TorinoToday è in caricamento