Cronaca

Maltempo, sesto giorno di piogge nel torinese: la tregua non dura

Le forti piogge hanno provocato l'interruzione di strade locali, fiumi in piena e l'annullamento di numerose manifestazioni all'aperto. L'allerta rimane alta per altre 36 ore

Un inizio di giugno così brutto a Torino non lo si vedeva da anni. Breve tregua del maltempo sul Piemonte dopo sei giorni di piogge, che hanno causato l'interruzione di strade locali, fiumi in piena e l'annullamento di numerose manifestazioni all'aperto.

Nel pomeriggio e per 36 ore sono previsti nuovi temporali e, stando al bollettino di allerta meteo dell'Arpa (agenzia regionale di protezione ambientale), le precipitazioni diffuse creeranno un livello di criticità classificata come ordinaria (grado 1 su una scala che arriva a 3). Negli ultimi tre giorni il primato di pioggia spetta a Bobbio Pellice (Torino), dove ne sono caduti 339 millimetri. Oggi la zona più colpita, con oltre 50 mm, è stato il biellese.


A Torino il Po ha allagato i Murazzi, costringendo i gestori dei locali a chiudere i locali. Nelle prossime ore il maltempo insisterà soprattutto sui bacini dei fiumi Toce, Chiusella, Cervo, Sesia, nelle valli Orco, Lanzo e Sangone, ma anche sulla pianura e sulle colline di Alessandrino, Astigiano, Cuneese e Torinese. Il giugno piovoso compensa una delle primavere più siccitose e calde degli ultimi 50 anni: in due mesi a Torino - rivelano i dati della Smi (Società meteorologica italiana) è caduto il 40% della pioggia prevista nel periodo e maggio è stato il più caldo, con una media di 20.4 gradi, dopo il record del 2009, con 20.5.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo, sesto giorno di piogge nel torinese: la tregua non dura

TorinoToday è in caricamento