menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La città e i grandi eventi del 2015: ecco il piano della mobilità

Il capoluogo si prepara ad accogliere milioni di visitatori per l'Ostensione, la visita di Papa Francesco, Torino Capitale dello Sport e per gli appuntamenti dell'Expo

L'anno appena iniziato sarà molto impegnativo per Torino. I grandi eventi previsti sotto la Mole infatti, porteranno in città milioni di visitatori e il comune, proprio per questo, ha predisposto il Piano della Mobilità 2015 con una serie di interventi particolari che garantiranno una fluida accessibilità al capoluogo. "Dall'Ostensione della Sindone alla visita di Papa Francesco, da Torino Capitale dello Sport all'Expo - ha spiegato il sindaco Piero Fassino -, la nostra città necessita di poter accogliere al meglio i milioni di persone che arriveranno da altre città italiane e anche dall'estero".  

Tra gli interventi più interessanti la Ztl a pagamento per i bus turistici istituita per 24 mesi a partire da marzo; un'applicazione scaricabile sul telefonino che permetterà di avere informazioni in tempo reale sui percorsi dei mezzi pubblici torinesi; biglietti "a tema" e altri integrati fra trasporto pubblico e servizio ferroviario metropolitano e soprattutto le tariffe agevolate per il Park & Ride.

Quest'ultimo sistema permetterà infatti, a chi arriva da fuori Torino, di parcheggiare la propria auto in una delle quattro aree di interscambio - Stura, Caio Mario, Venchi Unica e Pellerina - e di viaggiare liberamente sui mezzi pubblici con un biglietto unico dal prezzo vantaggioso.

Per quello che riguarda le aree camper, si sta attrezzando una zona apposita nel parcheggio Caio Mario mentre per il discorso dei campeggi, si sta ancora lavorando sugli studi di fattibilità e qualcosa potrebbe sbloccarsi nelle prossime settimane. Sono poi previsti ovviamente ulteriori potenziamenti del trasporto pubblico con un occhio di riguardo al tragitto tra l'aeroporto e il centro città. Per chi a Torino arriva in aereo infatti, verrà istituito il biglietto Bim che integrerà il trasporto pubblico locale e il servizio ferroviario metropolitano.

Tutti questi interventi avranno un costo complessivo di circa 2 milioni e mezzo di euro, cifra che il Comune pensa di coprire con gli introiti della nuova Ztl turistica.      

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Torino usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento