Cronaca

Epidemia di morbillo nel Torinese: colpiti soprattutto gli adulti

Nelle Asl vaccinazioni gratuite per i bambini, ai primi 15 mesi di vita

Piemonte, le vaccinazioni contro il morbillo sarebbero inferiori al 95%

In Piemonte, e soprattutto nel Torinese, è allarme morbillo. A esserne colpiti soprattutto gli adulti che hanno già invaso gli ospedali dove sono già stati contagiati una ventina di operatori sanitari. Nei primi due mesi dell'anno l'anno scorso furono appena 16 i casi di morbillo a livello regionale, mentre quest'anno sono oltre 150.

Nel dettaglio, secondo le segnalazioni fin dall'inizio dell'anno, 72 casi arrivano dall'Asl To 1, 33 si sono verificati nell'azienda sanitaria di Pinerolo, Venaria e Rivoli e altri 43 nell'Asl To 4 di Ivrea, Ciriè e Chivasso e soltanto 9 dall'area Moncalieri-Chieri. Nel resto della regione invece sono solo 4 le persone colpite dal morbillo. Ciò che colpisce è che i soggetti infettati, nel 72% dei casi, hanno un'età superiore ai 20 anni.

VACCINI - Al momento, secondo il Seremi - Servizio di riferimento regionale di epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle malattie infettive - le vaccinazioni in Piemonte sarebbero inferiori al 95%: valori che non garantiscono l'immunità di "gregge", in grado di proteggere dal contagio anche i non vaccinati. Le aziende sanitarie offrono gratuitamente la prima vaccinazione antimorbillosa per i bambini ai 15 mesi di vita mentre il richiamo si effettua all'età di 6 anni. Gratis il vaccino anche per i dipendenti delle Asl.

COS'E' IL MORBILLO - E' una malattia infettiva causata da un virus che non porta sintomi gravi se non un'eruzione cutanea sul corpo, simile alla scarlattina o alla rosolia. Le complicazioni, generalmente rare, sono dovute a super-infezioni batteriche quali laringite, diarrea, polmonite, encefalite od otite media.  


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Epidemia di morbillo nel Torinese: colpiti soprattutto gli adulti

TorinoToday è in caricamento