Cronaca Madonna di Campagna / Via Stradella

Cavia sepolta viva in via Stradella. L'AAE: "Purtroppo non fa notizia"

Una cavia è stata ritrovata sepolta viva nel fango, non lontano da via Stradella, periferia nord di Torino. La rabbia dell'Associazione Animali Esotici: "Non è un cane, non fa notizia"

Foto tratta dal sito dell'AAE

Una storia di crudeltà verso gli animali che non può lasciare indifferenti. L'Associazione Animali Esotici racconta questa storia: una cavia è stata ritrovata sepolta viva nel fango, non lontano da via Stradella, periferia nord di Torino. Mracolosamente la cavia, forse grazie a uno spiffero nella sterpaglia, è sopravvissuta. Proprio una sorta di fischio dell'animale ha richiamato l'attenzione di un passante. La cavia, nonostante l'inverno ormai alle porte, è riuscita a farcela: le sono state prestate le cure del caso.

L'Associazione Animali Esotici (che si occupa degli animali esotici tenuti come pet nelle nostre case, per migliorarne le condizioni di vita e di allevamento) denuncia il silenzio mediatico che avvolge gli animali considerati "di serie B". Se per il cane sepolto vivo a Brescia si è scatenato (e non è certo un male) un tam tam mediatico che porterà a un processo, cavie, criceti e conigli non destano il medesimo interesse. La cavia ritrovata viva a Torino sarà data in adozione.

La Lav deuncerà invece per maltrattamento di animali l'uomo che ha sepolto vivo il cane Jerry, rimasto 40 ore sotto un cumulo di detriti prima di essere salvato dall'intervento della polizia Locale di Desenzano del Garda, in provincia di Brescia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cavia sepolta viva in via Stradella. L'AAE: "Purtroppo non fa notizia"

TorinoToday è in caricamento