Auto a folle velocità: topi d'appartamento e truffatori in trasferta fermati dopo l'inseguimento

Individuati un 59enne di Torino e un 49enne di Cuneo, già noti alle forze dell'ordine

Immagine di repertorio

Caccia all'uomo per le vie di Rimini. Gli agenti della Volante della Questura di Rimini sono stati impegnati, martedì 24 settembre, nell’inseguimento di una Mazda che procedeva a forte velocità. Tre gli uomini a bordo del mezzo. Accortosi della presenza della pattuglia, il conducente dell'auto sospetta ha schiacciato il piede sull'acceleratore, effettuando diverse manovre pericolose: ad alta velocità, l’auto ha oltrepassato un incrocio con il semaforo rosso transitando in una via in contromano, per terminare la folle corsa al termine di una strada senza uscita.

Scesi immediatamente dall’auto, i tre occupanti sono scappati nelle vie adiacenti, prendendo direzioni opposte, prontamente inseguiti dal personale della Volante. Grazie anche al supporto di un ulteriore equipaggi, dopo un rocambolesco inseguimento, due dei tre fuggiaschi sono stati raggiunti e bloccati. Sono un 59enne di Torino e un 49enne di Cuneo, già noti alle forze dell'ordine per reati contro il patrimonio.

Durante l’inseguimento, uno dei due si è disfatto, gettandolo nel cortile di una abitazione, di un sacchettino, successivamente recuperato, contenente sette monete fuori corso, monili in oro e due orologi oltre che una tessera di riconoscimento da carabiniere e un tesserino di un dipendente Italgas, entrambi palesamenti falsi. Inoltre, all’interno dell’auto è stato rinvenuto uno zainetto contenente tre radio trasmittenti portatili, un rilevatore di metalli e due targhe adesive contraffatte, materiale che è stato sequestrato. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il torinese e il cuneese, interrogati negli uffici della questura, hanno ammesso di essere “topi” di appartamento giunti a Rimini nella stessa mattinata di ieri. Al termine degli accertamenti sono stati denunciati per il reato di ricettazione in concorso e muniti del provvedimento di foglio di via obbligatorio da Rimini della durata tre anni.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torino e provincia, le attività commerciali che fanno consegne a domicilio

  • Colto da raptus, devasta il dehor del bar con un bastone: panico tra i turisti

  • Accoltella alla schiena un uomo seduto su una panchina: arrestato per tentato omicidio

  • Apre la finestra, va sul balcone e si getta nel vuoto dal secondo piano: donna morta

  • Bimbo di un anno e mezzo cade nella piscina gonfiabile di casa: morto dopo tre giorni

  • Chiuse in casa e costrette a prostituirsi "altrimenti diffondiamo i video": tre ragazze liberate

Torna su
TorinoToday è in caricamento