Uno dei presunti killer di Maurizio è in carcere in Francia, detenuto per furto

Presto l'estradizione

Nel riquadro Maurizio Rigoli, che aveva 64 anni al momento della scomparsa

Toni Duretovic, il 27enne macedone-serbo accusato con i genitori dell'omicidio di Maurizio Rigoli, il 64enne scomparso nel nulla a Bibiana l'1 aprile 2014, è detenuto per furto nel carcere di Aiton, vicino Grenoble, in Francia. E' quanto emerso nell'udienza preliminare per l'assassinio (con gli imputati in contumacia) tenutasi ieri, martedì 29 maggio 2018, in tribunale a Torino. Adesso per lui potrebbe scattare l'estradizione e quindi il trasferimento a Torino, dove sarà processato appunto per l'omicidio.

Duretovic, che si trovava in carcere da ottobre 2017 con il falso nome di Toni Stefanovic, è stato inchiodato dalle impronte digitali. Il mandato di arresto europeo spiccato dai pm Onelio Dodero e Francesca Traverso ha permesso di identificarlo e dovrebbe riportarlo qui entro settembre, quando proseguirà l'udienza preliminare.

I suoi genitori, invece, continuano a essere svaniti nel nulla.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia familiare, disabile uccisa a martellate dalla madre

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Banda di ladri senza pietà: uccidono a pietrate il cane che li aveva sorpresi

  • È in arrivo la neve a Torino: altre nevicate fino alla vigilia di Natale

  • Ragazzo si getta sotto il treno in corsa: morto. Convoglio bloccato per quattro ore

  • In corto la presa dell'albero di Natale: appartamento distrutto da un incendio, salvati mamma e bimbi

Torna su
TorinoToday è in caricamento