Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca

“C’è una fila da rispettare”, tifoso picchiato brutalmente al J-Stadium

In tre lo hanno aggredito per aver fatto notare a un ultras dei “Drughi” di aver superato arrogantemente la fila per il chiosco. E’ successo durante l’intervallo di una partita: i tre sono stati denunciati ed è scattato il Daspo

Picchiato per aver fatto notare a un ultras che per acquistare al chiosco c’era una fila da rispettare. Un tifoso della Juventus è stato preso a calci e pugni nell’intervallo della partita di Champions League che lo scorso 21 ottobre la squadra bianconera ha giocato allo Stadium contro il Borussia Mönchengladbach e terminata 0 a 0: gli è stato rotto il setto nasale e l’arcata sopracciliare.

La brutale aggressione è avvenuta alla fine dei primi 45 minuti, quando le due formazioni erano negli spogliatoi. Il tifoso si trovava in coda con altre persone per comprare da bere al chiosco del secondo anello quando, mentre era in attesa del suo turno, è giunto un ultras dei “Drughi” che, in modo prepotente, si è diretto verso il bancone ignorando completamente la fila. Quando il tifoso in coda gli ha fatto notare il suo gesto è stato colpito ripetutamente. L’aggressore ha ricevuto subito manforte da altri due ultras presenti lì vicino che hanno bloccato la vittima mentre veniva malmenata.

L’episodio è stato prontamente segnalato e la Digos è riuscita a identificare i tre aggressori grazie alle immagini di videosorveglianza. Per i tre ultras sono così scattate la denuncia per lesioni aggravate in concorso e il Daspo: cinque anni per l’ultras che ha dato inizio al pestaggio e due anni per i due compagni che lo hanno aiutato.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“C’è una fila da rispettare”, tifoso picchiato brutalmente al J-Stadium

TorinoToday è in caricamento