menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Ajax-Juve, serata di Champions e di disordini: fermati 120 tifosi bianconeri

Scontri e lancio di fumogeni prima della partita

Centoventi tifosi juventini sono stati fermati dalle forze dell'ordine ad Amsterdam prima del match di Champions League Ajax-Juventus

Nelle immediate vicinanze della Cruijff Arena sono stati notati mentre si liberavano di fumogeni, bastoni, spray al peperoncino, un coltello e altri oggetti potenzialmente pericolosi. Fanno parte dei gruppi Drughi, Viking, Tradizione e Nab. Non avevano il biglietto per la
partita e volevano protestare contro il club bianconero per il caro biglietti.

Per tutti è scattato un fermo preventivo che ha impedito loro di assistere all'incontro. Sono poi stati tutti rilasciati dopo il pagamento di una multa e con l'adozione di un provvedimento simile al nostro Daspo (che impedirà quindi loro di assistere a eventi sportivi per un certo periodo di tempo), oltre a un foglio di via e a un ordine di rimpatrio immediato.

Come di consueto, la tifoseria bianconera è stata monitorata dagli agenti della Digos di Torino, che ha inviato alcuni agenti a seguirla anche in trasferta.

Si sono registrati scontri, invece, tra i tifosi olandesi e le forze dell'ordine. Gli ultras dell'Ajax hanno infatti cercato il contatto con quelli bianconeri e sono stati respinti con l'uso di idranti. I tifosi della Juventus, infatti, sono gemellati con quelli del Den Haag, storici rivali della compagine biancorossa.

L'annuncio e l'appello di Matteo Salvini in diretta Facebook

Il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, ha annunciato durante una diretta facebook che "Centoventi tifosi juventini sono stati fermati ad Amsterdam perché avevano oggetti non esattamente appropriati per andare ad uno stadio". Il Ministro ha lanciato un appello e ha chiesto ai tifosi che si trovano nella capitale olandese per seguire l'incontro tra Ajax e Juve di "tenere la testa sulle spalle". "Il calcio è bello, lo sport è bello - ha aggiunto Salvini - però a mani pulite a volto pulito senza far casino, mi raccomando".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lady Dybala si annoia all'ombra della Mole: "A Torino non c'è molto da fare"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento