Testing: la metodologia per migliorare e accelerare il ciclo di vita del software

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

Le metodologie di Agile Development, Continuous Integration e DevOps, cui sempre più spesso si ricorre per accelerare la produzione e il rilascio del software, procedono di pari passo con l'adozione di best practices e strumenti specifici per il Continuous Testing.

Testare senza soluzione di continuità il software nella molteplicità di ambienti e dispositivi disponibili, partendo dal test unitario in fase di sviluppo sino a quello funzionale, passando dai System Test, Performance Test, Stress Test e No-Regression Test, garantisce un altissimo e costante livello di qualità del software.

Queste sono le considerazioni che hanno spinto Consoft a creare una nuova divisione dedicata al Testing.

"Implementare un'efficace ed efficiente catena di test - ha dichiarato Grazia Mangano, Business Unit Manager di Consoft - è il requisito fondamentale per giungere alla fase successiva, quella dell'automatizzazione di processo con la riduzione dei costi e dei tempi del rilascio del software".

"Questa nuova divisione dedicata al Testing - ha concluso Grazia Mangano - ci permetterà di mettere a fattor comune tutte le nostre importanti competenze ed esperienze sul tema, aumentando al contempo la focalizzazione e gli investimenti sugli aspetti più innovativi della metodologia del Testing quali Virtualization e Crowdtesting, la nuova metodologia nel processo di testing delle applicazioni software che si attua affidando prototipi e prodotti a gruppi di persone a livello globale, piuttosto che effettuare il test in laboratorio".

Torna su
TorinoToday è in caricamento