Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca

Stamina, testimonia paziente: "Ho pagato 17mila euro ed ho rischiato di morire"

L'uomo si era rivolto a Davide Vannoni per curarsi dalla psoriasi. Dopo vari trattamenti, particolarmente dolorosi, non ha riscontrato nessun tipo di miglioramento

Diciassette mila euro per sottoporsi al metodo Stamina, rischiando di morire. E' questa la testimonianza di un paziente, ascoltato stamane al Tribunale di Torino nel processo che vede coinvolto Davide Vannoni per tentata truffa ai danni della Regione Piemonte.

L'uomo si era rivolto al guru delle staminali per curarsi da una psoriasi. "Quando mi sottoposero al trattamento sono quasi svenuto - ha affermato il paziente in aula - ho sentito che dicevano 'lo perdiamo' e cercavano la bombola di ossigeno. Ho rischiato di morire".

L'uomo era infatti affetto da una psoriasi estesa dai glutei fin sotto i piedi. La prima parte del trattamento Stamina aveva comportato una biopsia ossea, un trattamento pesante e sofferente, tanto che il paziente ha dichiarato di aver avuto un mancamento e di aver perso sensibilità ad una gamba dopo il primo prelievo di cellule staminali, cui seguirono tre infusioni avvenute a Trieste e San Marino.

Malgrado l'ingente cifra sborsata - 17 mila euro - il paziente non riscontrava alcun tipo di miglioramento. A curarlo dalla psoriasi, ci hanno poi pensato i medici dell'ospedale dermatologico di Torino, attraverso dei farmaci biologici.

Una versione completamente diversa quella riportata in aula stamane, dopo l'intervento nei giorni scorsi dei politici che avevano ricevuto Davide Vannoni per concedergli i finanziamenti regionali. Paolo Peveraro, all'epoca assessore al Bilancio, ha, infatti, ammesso di essere rimasto colpito dai filmati che lo stesso Vannoni gli aveva mostrato. "Avevo visto nell'ufficio di Vannoni - ha raccontato Peveraro - un filmato che mostrava malati che miglioravano e, anche per ragioni di famiglia, ne rimasi impressionato. Mi sembrava miracoloso".

Alla fine, poi, i finanziamenti non erano stati concessi, poichè il metodo Stamina era stato considerato "inadeguato".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stamina, testimonia paziente: "Ho pagato 17mila euro ed ho rischiato di morire"

TorinoToday è in caricamento