Cronaca

Tessere di defunti usate per viaggiare gratis in metro: 11 persone denunciate

Fondamentali, per le indagini, le telecamere di sorveglianza installate nelle stazioni metro e ferroviarie. Scoperte anomalie su oltre 13mila tessere rilasciate

Tessere di invalidi o persone decedute per viaggiare gratuitamente sui mezzi pubblici torinesi. E' questa l'accusa mossa dalla polizia giudiziaria della Procura ad 11 persone che nell'ultimo anno avrebbero avuto accesso gratuito, in particolare, alla metropolitana di Torino.

Ad essere usate non solo tessere di invalidi o persone decedute, ma anche di cittadini emigrati. L'inchiesta, coordinata dal pm Giancarlo Avenati Bassi, è nata da una segnalazione del Gruppo Torinese Trasporti, il quale lamentava l'uso improprio di circa 13mila tessere. Di queste, circa 350, pare che siano usate tuttora per accedere oltre 100 volte l'anno alla metropolitana.

Gtt ha, infatti, segnalato alla polizia giudiziaria anomalie riguardo a 13mila e 14 tessere rilasciate, rispetto a 122mila e 521 verificate. Fondamentali, per l'espletamento delle indagini, sono stati i video delle telecamere di sorveglianza installate presso le stazioni metro e ferroviarie cittadine che hanno permesso algli agenti di identificare i truffatori. Oltre ai 12mila e 65 abbonamenti intestati a persone morte, la Gtt ha rilevato l'uso di altre 949 tessere, che sono risultate di cittadini emigrati fuori dalla Regione Piemonte.

Per il rilascio gratuito delle tessere il Fondo della Regione Piemonte ha erogato per l'anno 2013 oltre un milione e 817mila euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tessere di defunti usate per viaggiare gratis in metro: 11 persone denunciate

TorinoToday è in caricamento