menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Caos nelle tessere per la mobilità accessibile agli ipovedenti gravi, c'è l'accordo

I verbali saranno completati con una dichiarazione aggiuntiva al fine di esplicare in modo chiaro la percentuale di invalidità dell'ipovedente grave. Si tratta comunque di una soluzione provvisoria

I verbali di invalidità rilasciati agli ipovedenti gravi saranno completati con una dichiarazione aggiuntiva nella quale si espliciterà la percentuale di invalidità corrispondente. È questo l'accordo raggiunto in seguito all'incontro tra l'associazione APRI Onlus e l'assessore regionale ai Trasporti Balocco in merito al caos relativo alle tessere per la mobilità accessibile. La delibera che entrerà in vigore il prossimo anno fissa per l'ottenimento della tessera una percentuale di invalidità uguale o superiore al 76 per cento. Tale percentuale non è tuttavia indicata nei verbali redatti per gli ipovedenti gravi che, in questo modo, rischiano di stare fuori dall'agevolazione. 

Dopo un lungo dibattito il dottor Giovanni Battista Pietragalla, medico legale e responsabile della struttura Asl To1 che si occupa della disabilità visiva, ha deciso di affidare alla propria struttura l'operazione di completamento gratuito dei verbali rilasciati agli ipovedenti gravi in modo tale che venga emessa una dichiarazione aggiuntiva per esplicare la percentuale di invalidità corrispondente. 

Si tratta ovviamente di una soluzione-tampone assolutamente provvisoria in quanto richiederà un ulteriore aggravio di pratiche burocratiche a carico di persone disabili, già di per sè in difficoltà a destreggiarsi fra uffici e carte bollate.

"Apprezziamo ovviamente la buona volontà dimostrata dall'assessore - commenta il presidente APRI-onlus Marco Bongi - . Mi chiedo tuttavia come si farà a risolvere il problema nelle altre province e quanti ritardi si accumuleranno con il risultato di allungare i tempi per la fruizione del servizio? A nostro parere dunque bisognerà comunque giungere a una modifica della DGR del 31 luglio. Prima si farà questa modifica, prima si risolverà davvero il problema". Intanto un'interrogazione urgente è stata presentata all'assessore dal gruppo consiliare regionale del PD che sarà discussa nella giornata di oggi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Telepass Store, a Torino aperto il secondo punto vendita in Italia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento