Giovedì, 16 Settembre 2021
Cronaca Mirafiori Nord / Corso Salvemini

Corso Salvemini, è allarme freddo: termosifoni difettosi e proteste

A Mirafiori Nord è allarme freddo. A segnalare i problemi dell'impianto di manutenzione sono i residenti delle case popolari. Ma Atc assicura "Il peggio è passato"

Con i primi freddi – la temperatura in questi giorni è scesa anche sotto lo zero – sono arrivate anche le prime attese polemiche. Soprattutto dalle case popolari di corso Salvemini 25, quartiere Mirafiori Nord, dove è di nuovo allarme termosifoni spenti. Dopo il caso dello scorso mese di novembre l'impianto è tornato a fare prepotentemente le bizze. Circa 100 famiglie presenti tra la scala 1 e la scala 4 stanno rischiando di pagare molto cara la grande ondata di freddo che ha investito la città di Torino. A segnalare l'anomalia sono come da tradizione i residenti più anziani, costretti in questi giorni a battere i denti dal mattino alla sera. L'emergenza freddo ha così convinto una delegazione di inquilini ad allertare immediatamente l'agenzia con sede in corso Dante.

“I nostri termosifoni si spengono e si riaccendono a ritmi incredibili – racconta il signor Giuseppe, un residente di corso Salvemini -. Nel nostro condominio non c'è una famiglia che stia al caldo. E noi non riusciamo a capire cosa stia succedendo. Tra un mese, però, farà ancora più freddo e noi già adesso non sappiamo più come riscaldarci”. Solo venti giorni fa i tecnici di Aes sono intervenuti per un guasto provocato da alcune vasche di accumulo difettose. Una disfunzione che in quel caso ha raggiunto solo le famiglie dei piani più alti dei palazzi. “In corso Salvemini il riscaldamento ha smesso di funzionare per un giorno – spiegano da Atc -. Iren ha dovuto interrompere l'erogazione del servizio per effettuare una serie di lavori”.

Un problema tecnico secondo la dettagliata versione fornita dal gruppo Aes. “I nostri tecnici  sono intervenuti di recente presso la stabile di corso Salvemini 25 - spiegano da Aes –. Abbiamo provveduto a scaricare l’impianto di riscaldamento su richiesta dell’Atc che aveva la necessità di effettuare lavori sull’impianto in questione. Terminate le operazioni abbiamo di nuovo fatto intervenire i nostri tecnici che hanno provveduto a ricaricare l’impianto che ora risulta funzionante”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corso Salvemini, è allarme freddo: termosifoni difettosi e proteste

TorinoToday è in caricamento