Ponte di Ala di Stura, terminati i lavori di consolidamento

L'opera è costata 150mila euro

Il ponte di Ala di Stura

I lavoratori della ditta di acque minerali Balme possono tirare un sospiro di sollievo. La Città metropolitana ha infatti appena completato le necessarie operazioni di consolidamento al ponte in acciaio in territorio di Ala di Stura, sulla strada provinciale n.1: un intervento che si riteneva indispensabile per garantire la sicurezza degli automobilisti. Una questione che però, all'inizio del mese di ottobre, aveva creato qualche tensione con gli operai della ditta, preoccupati che i limiti di carico previsti per i mezzi pesanti potesse creare rallentamenti alla produzione industriale. 

"Abbiamo mantenuto l'impegno prioritario di garantire la sicurezza  - ha spiegato Antonino Iaria, consigliere metropolitano delegato ai lavori pubblici - e oggi il ponte in acciaio si presenta perfettamente ripristinato e rinforzato. Nello stesso tempo i nostri tecnici hanno concordato con le amministrazioni locali e l'azienda di acque minerali, un cronoprogramma dei lavori che ha creato il minor disagio possibile alla produzione nella zona della Val di Lanzo".

Le paure dei lavoratori

I lavoratori della Balme, all'inizio di ottobre con la comunicazione dell'apertura del cantiere, avevano messo in scena una protesta singolare, creando un muro di bottiglie di plastica, bloccando così la strada verso le Valli di Lanzo. La paura era quella di non riuscire ad effettuare in tempo le consegne: ogni giorno dallo stabilimento di Balme scendono a valle circa 130mila bottiglie di acqua minerale. Ma con gli opportuni accordi, i danni sono stati limitati. Sono infatti state ridotte al minimo le limitazioni della portata dei veicoli ed è stato istituito un senso unico alternato regolato da impianto semaforico, oltre al limite di velocità ai 30 km orari e il divieto di sorpasso.

L'importo del finanziamento dell'opera è stato di 150mila euro, di cui circa 130mila contrattuali all'impresa aggiudicatrice e i restanti 20mila per le indagini conoscitive e strutturali. "L'intervento - ha concluso Iaria - è stato particolarmente curato nelle finiture dato il contesto montano e ambientale in cui l'intervento ricade". 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bambini investiti da un’auto: 3 finiscono in ospedale

  • Giovane si toglie la vita sparandosi un colpo di pistola

  • Trasporto pubblico locale, domani tram e bus si fermano per 4 ore

  • Tempo libero, cosa fare a Torino e dintorni sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Dal Torinese, il denaro veniva "ripulito" dopo un giro per il mondo: fratelli imprenditori nei guai

  • Nel garage nascosta la merce del noto supermercato: un denunciato

Torna su
TorinoToday è in caricamento