Vallette, detenuto tenta il suicidio: salvato dagli agenti

Un detenuto, di origine kosovara, del carcere di Torino è stato salvato dall'intervento tempestivo degli agenti di Polizia Penitenziaria che hanno evitato il peggio

Ha tentato il suicidio, ma gli agenti sono riusciti a salvarlo in tempo. Un detenuto, di origine kosovara, del carcere di Torino è stato salvato dall'intervento tempestivo degli agenti di Polizia Penitenziaria che hanno evitato il peggio. A confermarlo il Sindacato della Polizia Penitenziaria, il SAPPE.

"E' ancora una volta solo grazie alla professionalità, al tempestivo intervento, alle capacità, all'umanità ed all'attenzione del Personale di Polizia Penitenziaria - si legge in una nota sindacale -che un detenuto è stato salvato da un tentativo di suicidio. Un gesto particolarmente importante e da mettere in evidenza, tanto che il SAPPE chiederà all'Amministrazione penitenziaria di Roma una adeguata ricompensa (lode o encomio) al Personale di Polizia che è intervenuto per salvare la vita al detenuto. Un gesto eroico e da valorizzare che nelle carceri italiane accade con drammatica periodicità: si pensi che nel solo 2010 la Polizia Penitenziaria ben 1.137 tentativi di suicidio di detenuti ed impedendo che i 5.703 atti di autolesionismo posti in essere da altrettanti ristretti potessero degenerare ed ulteriori avere gravi conseguenze" .

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere scaricato da un'auto su una panchina: si tratta di un latitante condannato per rapina

  • Sparisce nel nulla dopo avere ricevuto la lettera di licenziamento: viene ritrovato morto impiccato

  • Colto da malore, si accascia a terra mentre sta camminando: morto

  • Cadavere putrefatto e decapitato trovato in un campo, si era suicidato impiccandosi a un albero

  • Automobilisti attenti: a mezzanotte entrano in servizio i semafori anti-passaggio col rosso

  • Investita mentre attraversa la strada davanti a casa: è grave

Torna su
TorinoToday è in caricamento