Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Tentò di violentare la giovane vicina autistica, condannato a tre anni e quattro mesi

L'episodio lo scorso anno a Castellamonte, nel condominio dove i due abitano. La ragazza è rimasta traumatizzata per molti mesi

immagine di repertorio

Il 12 settembre dello scorso anno cercò di abusare di una ragazzina autistica di 20 anni, sua vicina di casa. L'uomo, un italiano di 49 anni, è stato condannato a tre anni e quattro mesi per violenza sessuale e lesioni personali.

La storia arriva da un condominio di Castellamonte, dove i due abitano. La madre aveva mandato ragazza a gettare la spazzatura in cortile ma quest'ultima, rincasando, aveva trovato il vicino nell'androne, davanti all'ascensore. L'uomo l'aveva bloccata e palpeggiata, poi le aveva slacciato il reggiseno. Aveva cercato di trascinarla in cantina, dove lui aveva detto di avere un letto, ma la giovane era riuscita a divincolarsi e a tornare a casa, raccontando tutto alla madre. Successivi esami clinici avevano confermato il tentativo di violenza sessuale. La ragazza non ha ancora superato del tutto il trauma. Per molti mesi ha avuto paura di uscire di casa.

Per l'uomo, a processo davanti al tribunale di Ivrea, presieduto per l'occasione dal giudice Elena Stoppini, il pubblico ministero Giuseppe Drammis aveva chiesto una condanna a cinque anni e due mesi di reclusione.

Nel corso del processo era emerso che l'imputato, difeso dall'avvocato Paolo Campanale, aveva molestato anche un’altra donna nello stesso ascensore. "Mi toccò il fondoschiena", ha raccontato quest'ultima nella sua testimonianza nel corso del dibattimento.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentò di violentare la giovane vicina autistica, condannato a tre anni e quattro mesi

TorinoToday è in caricamento