Tentò di uccidere l'ex compagna a coltellate: condannato a sette anni e mezzo

L'accusa ne aveva chiesti dieci

Il palazzo di via Rulfi il giorno del tentato omicidio

Sette anni e mezzo di reclusione e il pagamento di una provvisionale di 30mila euro. È la condanna inflitta nel processo, avvenuto con rito abbreviato, a Crocifisso Pingo, 58enne che sabato 9 marzo 2019 tentò di uccidere la ex compagna, una badante italiana di 54 anni residente in via Rulfi, sferrandole numerose coltellate. Il movente sarebbe stata la gelosia dell'uomo, a cui lei aveva confessato una nuova relazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La sentenza è stata pronunciata giovedì 31 ottobre 2019 e ha accolto solo in parte le richieste del pm Laura Ruffino, che ha sostenuto l'accusa chiedendo una condanna a dieci anni di reclusione. Pingo è stato difeso, nel corso del processo, dall'avvocato Tiziana Porcu.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Ambulante positivo al coronavirus va al mercato a vendere frutta e verdura: denunciato

  • Tragedia nel bosco: ragazzina di 16 anni trovata impiccata a un albero

  • Bimba di sette anni morsa da una vipera mentre passeggia con i genitori: è grave

  • "L'abbraccio tricolore" delle Frecce, lo spettacolo nel cielo di Torino: foto e video

  • Uccide una donna a colpi di pistola nel piazzale del supermercato, poi si costituisce

Torna su
TorinoToday è in caricamento