Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca Strada Ponata, 65

Spara al suocero a Rosta, fuga finita per il trentenne: arrestato dai carabinieri

L'uomo è stato rintracciato a Ivrea vicino a un supermercato. Ha fatto ritrovare la pistola, nascosta alla Pellerina

I carabinieri con la pistola ritrovata

E' stato rintracciato e arrestato dai carabinieri l'uomo che lo scorso giovedì, 15 settembre, ha sparato al suocero nel parcheggio dello Sporting Rosta.

Denuer Waisse, 30 anni, giostraio sinto senza fissa dimora, che era fuggito a bordo di uno scooter dopo l'accaduto, è stato sorpreso dagli uomini della compagnia di Rivoli e del nucleo investigativo di Torino a Ivrea, vicino a un supermercato.

Non ha opposto resistenza, ha ammesso le sue responsabilità e ha fatto ritrovare l’arma utilizzata, rubata nel 2011 in provincia di Cuneo e nascosta nel parco della Pellerina a Torino.

Waisse è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto per tentato omicidio, porto illegale di armi in luogo pubblico e ricettazione.

Ora si trova nel carcere di Ivrea.

La vittima, Desiderio Icardi, 49 anni, anche lui giostraio sinto, residente a Piossasco, è ancora in condizioni gravi all'ospedale Mauriziano.

L'uomo si era recato dal genero, che stava montando le giostre per la festa patronale di San Michele a Rosta, per difendere la figlia dai maltrattamenti più volte subiti da parte del genero.

Ne era nata una colluttazione finché Waisse aveva estratto l'arma e aveva sparato al suocero. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spara al suocero a Rosta, fuga finita per il trentenne: arrestato dai carabinieri

TorinoToday è in caricamento