Investe volontariamente due ragazzi dopo la lite per lo scippo di un cellulare: rintracciato e arrestato

Una delle vittime imbracciava una vanga

L'utilitaria blu che ha investito i due ragazzi. Era guidata da Emmanuel Okoh

È stato rintracciato e arrestato a inizio aprile 2019 l’uomo che la sera di venerdì 29 marzo aveva investito volontariamente due giovani nigeriani all’angolo tra via Calvi e via Monte Nero.

Si tratta di Emmanuel Okoh, 32enne anche lui nigeriano. I tre si trovavano nello stesso african market di via Lauro Rossi e lui aveva tentato di rubare un telefono cellulare strappandolo dalle mani della ragazza poi investita, ma lei era riuscita a riprenderselo. Da qui era scaturita la discussione che aveva portato al tentato omicidio.

La ragazza se l'è cavata con qualche giorno di prognosi, mentre il giovane che era con lei e che aveva reagito allo scippo imbracciando una vanga è tuttora ricoverato all'ospedale Giovanni Bosco con la frattura del bacino. Ne avrà per un mese e mezzo.

Le indagini sono state condotte dagli agenti del commissariato Barriera di Milano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere scaricato da un'auto su una panchina: si tratta di un latitante condannato per rapina

  • Sparisce nel nulla dopo avere ricevuto la lettera di licenziamento: viene ritrovato morto impiccato

  • Colto da malore, si accascia a terra mentre sta camminando: morto

  • Cadavere putrefatto e decapitato trovato in un campo, si era suicidato impiccandosi a un albero

  • Investita mentre attraversa la strada davanti a casa: è grave

  • In tribuna allo Stadium, occhiali rotti e ferita allo zigomo per una pallonata

Torna su
TorinoToday è in caricamento