menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ringrazia il prete per l'accoglienza bruciandogli casa, condannata

Il parroco la accolse in casa e lei, una ex detenuta, organizzò ai suoi danni un tentativo di estorsione con un amico. I due sono stati entrambi condannati alla reclusione

Per ringraziare il parroco che l'aveva accolta in casa organizzò ai suoi danni un tentativo di estorsione con un amico. Per questo una ragazza è stata condannata ad un anno e otto mesi di reclusione.

L'episodio avvenne nel 2007. In quel periodo il prete gestiva una comunità di recupero a Torino e diede ospitalità alla giovane uscita da un periodo difficile. Il 5 aprile di quell'anno ignoti diedero fuoco alla casa del sacerdote, ma non vennero mai individuati i responsabili di quell'episodio.

Per il giudice monocratico Paolo Gallo la ragazza (e un suo amico) furono immischiati nella vicenda. Per il ragazzo la condanna è stata fissata a due anni e undici mesi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento