rotate-mobile
Cronaca Chivasso

La vicina di casa rompe la relazione con lui: tenta di violentarla, condannato

L'aveva anche perseguitata

Ha cercato di violentare e ha perseguitato la sua vicina di casa con cui aveva avuto una breve relazione. Ieri, giovedì 20 dicembre 2018, il tribunale di Ivrea, presieduto dal giudice Elena Stoppini, ha condannato a un anno e dieci mesi di reclusione un romeno di 26 anni residente a Chivasso, difeso dall'avvocato Paolo Maisto: l'accusa è di violenza sessuale e atti persecutori.

Gli episodi sono avvenuti nel 2016. La vittima è una 30enne, rappresentata in aula dall'avvocato Filippo Amoroso. Quando la relazione era stata interrotta, lui non si era rassegnato e aveva cominciato ad andare nel suo appartamento ogni volte che voleva, insultandola pesantemente. Più volte aveva tentato degli approcci sessuali con lei, venendo respinto, mentre in un'occasione aveva tentato di stuprarla, ma la donna era riuscita a opporsi. A quel punto aveva scelto di denunciarlo.

L'accusa è stata sostenuta in aula dal pm Lea Lamonaca, che aveva formulato una richiesta inferiore alla condanna.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La vicina di casa rompe la relazione con lui: tenta di violentarla, condannato

TorinoToday è in caricamento