Al San Giovanni il primo progetto di telemedicina per i diabetici

Primo progetto italiano di telemedicina del paziente diabetico mediante controllo remoto della glicemia, presso la Città della Salute e della Scienza di Torino

Ha appena preso il via, presso il “Centro Unificato di Diabetologia” dell'ospedale San Giovanni Antica Sede della Città della Salute e della Scienza di Torino di via Cavour 31, il primo progetto italiano di telemedicina di nome MED-CARE, che permette di mantenere sotto controllo remoto quotidiano i valori glicemici dei pazienti diabetici (per ora sono circa 30 quelli seguiti).

Il progetto, che è stato sviluppato dal dottor Alberto Bruno della struttura “Gestione delle Complicanze del Diabete”, ha potuto prendere vita grazie alla partnership con Eli Lilly Italia e Bis-Care e grazie agli input del Direttore Generale dell'Azienda Ospedaliera dottor Angelo Lino Del Favero e del Direttore del Dipartimento di Medicina nonché Direttore della Scuola di Medicina e Chirurgia di Torino professor Ezio Ghigo. Il progetto prevede l'utilizzo di un particolare apparecchio per la misurazione della glicemia che è in grado di inviare il dato direttamente sui computer del medico.

Il diabete mellito è una patologia cronica ampiamente diffusa nel mondo. In Italia i malati di diabete sono circa 4 milioni e spesso purtroppo non sono sufficientemente attenti e precisi nella misurazione a domicilio della glicemia.

Molte evidenze scientifiche riportano come l’attenta valutazione della glicemia a domicilio possa migliorare il controllo metabolico del paziente diabetico. MED-CARE può rivestire un ruolo importante nella sostenibilità socio-economica del diabete, grazie ad una tecnologia innovativa di misurazione della glicemia mediante controllo remoto.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il progetto non interferisce sulla normale gestione del diabete e non comporta alcun costo aggiuntivo  e non aumenta il carico di lavoro del personale del Centro ospedaliero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Apre una nuova azienda: si cercano impiegati, meccanici, verniciatori e altre figure professionali

  • Guardia giurata uccide la ex compagna e poi si suicida, lei lo aveva lasciato da poco

  • Lascia l'alpeggio e si sente male: in ospedale scoprono la positività al coronavirus

  • Fantomatico volantino di un (sedicente) papà: "Avete molestato mia figlia, vi sto cercando"

  • Tragedia nell'abitazione: donna trovata morta

  • Vanno a fare la spesa e lasciano il figlio chiuso in auto con 40 gradi: denunciati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento