Cronaca Nizza Millefonti / Corso Bramante, 88

Tiene il telefono in cella, lo scoprono e lui ingoia la scheda sim

E' avvenuto nel repartino detenuti dell'ospedale Molinette. Il fatto denunciato dall'Osapp, il sindacato di polizia penitenziaria

Trovano il suo telefono in cella, ma il detenuto lo apre e ingoia la scheda sim: è avvenuto nel repartino detenuti dell'ospedale Molinette di Torino. Secondo l'Osapp, sindacato di polizia penitenziaria che denuncia l'episodio, il telefonino era in possesso di un detenuto che, al momento del ritrovamento da parte delle forze dell'ordine, l'ha aperto e ha ingoiato la scheda sim.

"Da tempo l'Osapp denuncia i gravi problemi del penitenziario torinese, con carenze di organico e disagi al repartino delle Molinette - dichiara Leo Beneduci, segretario generale dell'Osapp -. Da tempo, per altro, l'immobilismo della direzione ha effetti deleteri anche per ciò che concerne la vivibilità della struttura, comprese le precarie condizioni di mensa e caserma di polizia penitenziaria. Nonostante ciò si continua a prestare servizio con professionalità e abnegazione, non in nome di una amministrazione penitenziaria che non esiste più e non per un dicastero, quello di Giustizia, i cui vertici hanno abbandonato a se stessa la polizia penitenziaria".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tiene il telefono in cella, lo scoprono e lui ingoia la scheda sim

TorinoToday è in caricamento