Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Alle Vallette detenuti con i cellulari e lenzuola sporche da settimane

I vari reparti dovrebbero essere dotati di apposita strumentazione tecnologica in grado di rilevare telefoni cellulari ed apparecchiature elettroniche

Due telefoni cellulari sono stati trovati in una cella del carcere "Le Vallette" di Torino nella quale erano detenuti due cittadini albanesi.

A darne notizia il Sappe, Sindacato autonomo di polizia penitenziaria, le cui perquisizioni sono volte a contrastare l'indebito uso di telefoni cellulari o altra strumentazione elettronica da parte dei detenuti nei penitenziari italiani.

Secondo Donato Capece, i vari reparti dovrebbero essere dotati di apposita strumentazione tecnologica in grado di rilevare telefoni cellulari ed apparecchiature elettroniche che, data la sempre più veloce innovazione, risultano meno rilevabili con i normali strumenti di controllo.

Solo pochi giorni fa, la garante dei detenuti Maria Pia Brunato aveva, denunciato, sempre nel carcere delle Vallette una situazione altamente insostenibile.

Le stesse lenzuola da quattro mesi, un solo rotolo di carta igienica alla settimana, detersivi e scope distribuiti al lumicino, anche se le regole impongono ai carcerati di pulirsi la propria cella e cambiare le lenzuola ogni due settimane.

All'origine della situazione ci sarebbero, ovviamente, i soliti tagli alle risorse, con una diminuzione dei fondi del 50 per cento.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alle Vallette detenuti con i cellulari e lenzuola sporche da settimane

TorinoToday è in caricamento