Cronaca Rebaudengo / Corso Vercelli

Telecamere in corso Vercelli contro i ladri e i delinquenti

A richiedere un adeguato sistema di sorveglianza sono i commercianti presenti tra via Sempione e piazza Rebaudengo, stufi di furti e aggressioni

Gli spacciatori agli angoli delle strade, i furti, le rapine e un’illuminazione carente. I commercianti di corso Vercelli tornano ad alzare la voce contro il degrado della Barriera. A cominciare dai negozianti situati tra via Sempione e piazza Rebaudengo, disposti a chiedere un sistema di telecamere per porre fine all’emergenza criminalità. Telecamere come deterrente per scoraggiare i pusher e quei delinquenti che cercano di approfittarsi di anziani o donne sole. Seminando il panico e approfittando dei pochi passaggi in zona delle forze dell’ordine. “Hanno saccheggiato diversi negozi – racconta una donna -. Per questo stiamo pensando di raccogliere delle firme. Vogliamo far sentire la nostra voce, in queste condizioni lavorare è davvero snervante”.

Ma nel quartiere le storie che si sentono raccontare sono davvero tante. C’è chi ha paura di tornare a casa da solo e c’è chi teme di essere malmenato da qualche balordo. “Ho subito tre furti in un mese – racconta un’altra commerciante -. Sono entrati in negozio e hanno danneggiato tutto, portando via pochissimo contante ma arrecando alla mia attività un numero spropositato di danni”. In aiuto dei negozianti della zona scenderà in campo anche il Ccst. A parlare è il presidente Angelo Martino che negli anni scorsi si era fatto promotore di alcune camminate per la legalità contro lo spaccio tra corso Vercelli e via Cigna.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Telecamere in corso Vercelli contro i ladri e i delinquenti

TorinoToday è in caricamento