menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Corso Principe Oddone (foto Facebook)

Corso Principe Oddone (foto Facebook)

Corso Principe Oddone, i residenti chiedono le telecamere contro lo spaccio

E maggior presenza della forze dell’ordine

Sono 393 le firme raccolte dai residenti e consegnate al Consiglio comunale per chiedere le telecamere e una maggior presenza di forze dell’ordine in corso Principe Oddone. Non c’è pace infatti per questa arteria torinese che per anni ha avuto problemi a causa del cantiere del Passante ma che ancora oggi vede gruppi di spacciatori riunirsi e agire indisturbati a tutte le ore del giorno e della notte. In particolare, il tratto di cui si richiede un maggior controllo, è quello compreso tra via Brindisi e corso Ciriè, completamente in mano al degrado e allo spaccio. 

Un danno per residenti e commercianti 

Un bel danno, non solo per i residenti che uscendo di casa, trovano vicino al portone personaggi poco raccomandabili, ma anche per i commercianti e i gestori di locali della zona che inevitabilmente vedono la crisi per i loro affari. Proprio per questo sono anche stati richiesti sgravi fiscali sulla tassazione.

“Le telecamere possono essere un buon deterrente - ha commentato e sostenuto l’iniziativa, il capogruppo dei Moderati in comune Silvio Magliano - . Appoggiamo senza mezzi termini la richiesta dei cittadini, che hanno raccolto firme e presentato una petizione sul tema illustrata questa mattina in occasione di un diritto di tribuna a Palazzo Civico.

Siamo d’accordo anche - prosegue -  sulla necessità di incrementare la presenza di forze dell’ordine e di accordare sgravi sulla tassazione a commercianti e residenti. Poco distante, ricordiamo che restano da risolvere anche tante criticità nel triangolo compreso tra corso Vigevano, via Saint Bon e via Giaveno”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento