menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Telecamere per cacciare i ladri. La Sei pensa ai privati per l'Arrivore

Il parco di strada dell'Arrivore continua ad essere in balia di ignoti delinquenti. Per uscire dalla crisi la circoscrizione pensa ad uno sponsor

Dopo aver spazientito i coltivatori le intrusioni notturne nel parco dell’Arrivore hanno finito per creare qualche grattacapo anche alla circoscrizione Sei.

I continui furti di attrezzi, gli atti vandalici e i roghi sono finiti in un lungo dossier che fino ad oggi non ha avuto risposta. Ad oggi la speranza di illuminare e sorvegliare il parco è affidata soltanto ai soliti privati. La circoscrizione Sei vorrebbe qualcuno disposto ad investire per la riqualificazione del parco del quartiere Regio Parco che collega strada Settimo con strada dell’Arrivore.

I furti avvenuti a cavallo tra la fine dello scorso anno e l’inizio del 2013 hanno convinto i vertici di via San Benigno a studiare delle alternative valide per garantire ai coltivatori di poter usufruire dei loro orti in tutta tranquillità. Particolare non da poco considerando i furti e gli atti vandalici che si sono registrati negli ultimi due anni.

A sparire sono stati soprattutto gli attrezzi ma in un paio di occasioni alcune baracche sono andate misteriosamente a fuoco. “Chiederemo all’assessorato competente di individuare l’eventuale disponibilità di sponsor privati – spiega il capogruppo di FdS della circoscrizione Sei Vittorio Agliano – L’obiettivo è dotare l’area degli orti urbani di un sistema d’illuminazione a basso consumo e di una videosorveglianza idonea a prevenire nuove malefatte da parte dei furfanti della zona”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento