Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Tav, Marcegaglia: "Inaccettabile la Repubblica della Maddalena, non degna di un paese civile"

La presidente di Confindustria a Torino: "Quando sento che su un'opera così importante come la Tav si è creata un'area dove ci sono 150 persone che bloccano tutto, dico che questo non è degno di un Paese civile"

La Repubblica della Maddalena, come i manifestanti hanno ribattezzato il presidio contro la Tav occupato da più di un mese a Chiomonte, trova un nuovo avversario. E' Emma marcegaglia, che all'Unione Industriale di Torino ha affermato: "Quando sento che su un'opera così importante come la Tav si è creata la libera Repubblica della Maddalena, un'area dove ci sono 150 persone che bloccano tutto, non permettono alle forze dell'ordine di entrare, dico che questo non è degno di un Paese civile". Nel corso del suo intervento, la presidente della Confindustria ha aggiunto: "Non commento il fatto che la Fiom abbia espresso solidarietà a queste persone".

La Regione Piemonte ha annunciato oggi che per informare in modo più approfondito e capillare gli abitanti della Valle di Susa sui lavori del cantiere di Chiomonte dalla prossima settimana manifesti e volantini saranno consegnati a tutte le famiglie dei comuni interessati. Difficile che questa iniziativa abbia il "magico" effetto di scalfire le certezze dei No Tav, che da anni portano avanti la loro ostinata battaglia.

NO TAV; STORIA DEL MOVIMENTO
CHIOMONTE, SETTIMANE AD ALTA TENSIONE

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tav, Marcegaglia: "Inaccettabile la Repubblica della Maddalena, non degna di un paese civile"

TorinoToday è in caricamento