Cronaca

Tav: la maxi-talpa è entrata nel tunnel di Chiomonte

La gigantesca talpa è entrata questa mattina alle 7.30 nel tunnel di Chiomonte; per realizzare il tunnel verranno impiegati quattro anni

Tutto procede come dovrebbe, senza intoppi, in un clima tranquillo: l'ingresso nel tunnel di Chiomonte della maxi-tampa da 10 milioni di euro arrivata in estate e montata negli scorsi giorni è avvenuto senza alcun problema.

La fresa è entrata nella galleria alle 7.30 circa: il cunicolo, fino ad adesso, è stato scavato il modo tradizionale; il macchinario, quando raggiungerà profondità di 220 metri (tra tre settimane), inizierà a scavare. Il suo compito è quello di realizzare i 7.5 chilometri di discenderia che porterà al livello della futura galleria da 57 chilometri che unirà Italia e Francia.

Lo scavo terminerà tra quattro anni. La maggior parte del materiale di scarto prodotto dagli scavi sarà convogliato fuori dal tunnel grazie a dei nastri trasportatori, e poi inviato nel deposito interno al cantiere. I sette etteri del deposito, esteso tra Chiomonte e Giaglione, dopo i lavori saranno rinaturalizzati.

"Mi auguro che l'ingresso della talpa nel tunnel, che aspettiamo da tanti anni, possa rappresentare la fine della situazione di tensione - afferma afferma Stefano Esposito, deputato del Pd - Una tensione che non ha più a che fare con la realizzazione dell'opera ma con gruppi anarchici e autonomi che utilizzano il treno ad alta velocità per la battaglia contro lo Stato. Speriamo che il governo possa portare a termine il trattato italo-francese, che nei prossimi 15 giorni arriverà alla Camera in vista del vertice tra Letta e Hollande a Roma del 20 novembre".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tav: la maxi-talpa è entrata nel tunnel di Chiomonte

TorinoToday è in caricamento