Cronaca

Torino-Lione, Fiom: "Il movimento No Tav è popolare, democratico e non violento"

Ieri la critiche al sindacato metalmeccanico durante un incontro all'Unione industriale di Torino. Antonio Saitta: "Mi stupisce l'atteggiamento di un sindacato importante e storico come la Fiom"

All'Unione Industriale di Torino la Fiom è stata accusata di sostenere un movimento "violento" come quello dei No Tav. La Torino-Lione continua a far discutere. Anche il presidente della Provincia Antonio Saitta aveva affermato: "Mi stupisce l'atteggiamento di un sindacato importante e storico come la Fiom che sostiene gli attivisti No Tav nelle loro azioni totalmente illegali".

"I No Tav - ha sottolineato - non sono certamente paragonabili ai partigiani della lotta di liberazione dal nazifascismo e mi stupisce molto l'equivoco in cui la Fiom è caduta condividendo il loro presidio contro l'avvio del cantiere e quindi contro i lavoratori delle aziende della valle di Susa". La replica arriva a stretto giro di posta. "Il movimento No Tav è popolare, democratico e non violento. Sbaglia chi pensa di relegarlo a una minoranza estremista perché non lo conosce". Sono le parole di Giorgio Airaudo e Federico Bellono della Fiom.

"Il coraggio imprenditoriale - affermano dal sindacato dei metalmeccanici - dovrebbe prevedere l'assunzione di responsabilità con investimenti in proprio e non nascondendosi dietro improbabili investimenti pubblici che non arriveranno mai. Se le risorse pubbliche esistono vanno impegnate sul terreno dei beni comuni, come insegna l'esito dei referendum e non in speculazioni".


"La Fiom - concludono Airaudo e Bellono - è per difendere i posti di lavoro, innovando i prodotti con un modello di sviluppo sostenibile, mentre per adesso le imprese torinesi stanno generando cassa integrazione e chiusure di stabilimenti. Il territorio torinese è a rischio di deindustrializzazioni non perché gli operai lavorano troppo poco o male, ma perché gli imprenditori scappano. Si abbia il coraggio di assumersi le proprie responsabilità".

MARCEGAGLIA: "INACCETTABILE LA REPUBBLICA DELLA MADDALENA"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torino-Lione, Fiom: "Il movimento No Tav è popolare, democratico e non violento"

TorinoToday è in caricamento