menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tav: linea dura del governo, pene più severe per i violenti

Il giro di vite è contenuto nel decreto sicurezza. Alfano: ''Quando lo Stato decide di realizzare un'opera pubblica, questa deve essere realizzata

Contro la violenza che ha riguardato il cantiere del Tav di Chiomonte, il governo annuncia un pugno di ferro. Per contrastare blocchi di autostrada, assalti ai mezzi degli operai e al cantiere stesso, il ministro degli interni Alfano illustra la norma ad hoc contenuta nel nuovo decreto sicurezza: è l'articolo 8, che, tra le altre cose, inasprisce le pene per chi abusivamente si introdurrà nell'area degli scavi. In questi casi, si rischiano condanne anche a 4 anni di carcere. Non solo: in Valle Susa sarà rafforzato anche il contingente militare.

Alfano promette ''sanzioni più rigorose'' non soltanto per chi cercherà di introdursi nell'area del cantiere: l'articolo 8 interessa infatti "le aree e i siti individuati per la realizzazione della sezione trasfrontaliera".Dal ''tunnel di base a Susa/Bussoleno - si legge nel decreto - compreso il raccordo con la linea storica''.

Il vicepremier ha specificato che ''Quando lo Stato decide di realizzare un'opera pubblica, questa deve essere realizzata, e chi aiuta lo Stato a realizzarla deve essere difeso''. Oltre ad incrementare la sicurezza degli operai del cantiere, il decreto rende più flessibile l'impiego dell'esercito nei servizi di pubblica sicurezza.

A chiedere un ulteriore rafforzamento delle pene è Enzo Marco Letizia, segretario nazionale del'associazione funzionari di polizia, che auspica la reintroduzione del reato di blocco stradale, ''perchè - spiega - l'attuale sanzione amministrativa - dice - non ha alcuna efficacia deterrente''.

Oggi è previsto l'interrogatorio per la convalida dei tre No Tav arrestati due giorni fa negli scontri. Davanti al carcere torinese delle Vallette un gruppo di aderenti al movimento ha manifestato per chiederne la iberazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento