rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca Chiomonte

Tav, accordo Italia-Francia. Marco Virano: "Era l'anello mancante"

Il presidente dell'Osservatorio sull'alta velocità ferroviaria commenta soddisfatto l'accordo trovato nella giornata di ieri da Italia e Francia. "Adesso abbiamo tutte le carte in regola per ottenere i finanziamenti"

L'accordo raggiunto ieri dall'Italia con la Francia sulla Tav "era l'anello mancante di quella catena di impegni che l'Europa ci chiedeva. Adesso abbiamo tutte le carte in regola": parla con soddisfazione Mario Virano, presidente dell'Osservatorio sulla alta velocità ferroviaria. "Adesso abbiamo tutte le carte in regola per ottenere i finanziamenti", aggiunge Virano che riguarda alle proteste no Tav dice:"Andremo avanti. E' evidente l'irreversibilità del processo in atto. Ognuno si assumerà le proprie responsabilità".

Per ottenere i finanziamenti dell'Europa tre requisiti andavano soddisfatti. Approvazione del progetto preliminare, l'apertura del cantiere e la definizione della ripartizione dei fondi. "Esprimo grande apprezzamento - ha dichiarato Virano - per come ha lavorato la nostra delegazione in un negoziato che non si presentava facile. Ha davvero ottenuto un risultato insperato. Apprezzo anche la duttilità, l'apertura mostrata dalla Francia che ha messo in discussione quello che dal suo punto di vista poteva sembrare scontato.

L'accordo raggiunto non solo chiude il cerchio per Virano, ma "dimostra il grande interesse della Francia per quest'opera. In terzo luogo - conclude - mi ritengo soddisfatto del lavoro svolto dall'osservatorio che è stato capace di selezionare le priorità su cui chiedere l'intervento finanziario".


NO TAV: TUTTI GLI ARTICOLI


(ANSA)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tav, accordo Italia-Francia. Marco Virano: "Era l'anello mancante"

TorinoToday è in caricamento